Thursday, 17 December 2015

Nabla Cosmetics Artika Collection | Diva Crime Lipsticks | Kernel and Underground


Puntuale come l'anno scorso è arrivata la collezione invernale di Nabla Cosmetics e, se la Butterfly Valley mi aveva fatto storcere un po' il naso, Artika ha colpito dritto al cuore. Ma andiamo con ordine. Come saprete la collezione è composta da quattro Diva Crime, otto ombretti e, dopo il recente debutto, tre nuovi Crème Shadow. Oggi parliamo di parte del reparto labbra, essenzialmente perché gli swatch degli ombretti sono ancora in una realtà parallela (ahem).

Un panorama sterminato è immerso nella notte artica. Regna un infinito silenzio.
Il gelo si colora della tiepida luce di un tramonto boreale.
Poi il ghiaccio si confonde con il cielo.
Ma quando il cielo inizia a danzare, è ora di guardare in alto.


Artika è l'equilibrio della pura luce nella lunga notte.
Il bagliore delle stelle nel cielo rarefatto, che sembra di toccarle.
Una magia di forme e colori incantata tinge il buio con una danza magnetica che segue l'ispirazione e la fantasia della Natura.
Illimitata come l'estro della creatività, l'immaginazione incontra la realtà davanti allo spettacolo più sublime che la Natura offre.

Credo che tutti possiamo concordare sul fatto che le presentazioni di Nabla hanno sempre un che di poetico e romantico, stavolta forse ancora di più.
Leggendo il comunicato stampa ho avuto davvero la sensazione di essere nella notte polare a guardare il sole di mezzanotte sorgere dai ghiacci. Sarà perché evoca sogni infantili e progetti che forse mai si realizzeranno, ma la trovo un'immagine calda e avvolgente nonostante l'ambientazione artica.

Quanto alla collezione credo che sia quella meglio concepita tra quelle finora proposte dal marchio. Non c'è colore che non abbia un suo preciso perché e, per la prima volta, c'è una prevalenza di toni freddi che accontenterà chi aveva lamentato una certa preferenza per la parte calda dello spettro in casa Nabla.
Più caldi, Daniele! Più caldi! 



I rossetti dicevamo.
Artika aggiunge alla linea dei Diva Crime quattro nuovi colori: Rock'N'Nude, Cosmic Dancer, Kernel e Underground.
Per le mie considerazioni generali sui Diva Crime vi rimando a questo post, qui mi limiterò a parlare dei rossetti nello specifico in modo da non appesantire la lettura di chi ha già familiarità con questa formula.

Le tonalità che ho ricevuto dall'azienda sono Kernel e Underground, ma, lo dico qui a futura memoria, prenderò sicuramente anche le altre due.
A dire il vero Rock'N'Nude e Cosmic Dancer avrebbero già dovuto fare la loro comparsa in queste foto ma è stato un periodo in cui me ne sono successe di ogni e l'ordine che già mi vedevo in tasca è rimasto solo un carrello mentale.


KERNEL
"Una tonalità plumbea di rosso-marrone. Un bordeaux che reinterpreta gli anni novanta in chiave ultramoderna. Ha un'eleganza innata che lo rende facilissimo da indossare e che lascia ampio spazio alla sperimentazione."

Nabla Kernel Swatch

Che nome gente, che nome.
In tutta onestà lo avrei preso anche solo per questo motivo, ma direi che è il caso di chiudere qui la parentesi informatica perché dopo aver visto persone definire 'Fahrenheit' un nome impossibile non mi aspetto di essere capita. Sob. 
Eniuei.
Penso che la parola 'muted' non basti per descrivere un colore del genere. Dal comunicato stampa mi aspettavo tutt'altro colore e ammetto di averci messo un po' a capire se fossi più delusa o sorpresa di trovarmi davanti un rossetto così diverso dalle mie aspettative.
Le mie iniziali perplessità del tipo 'non può essere, avranno sbagliato la confezione, questo è Cosmic Dancer!' sono svanite del tutto quando l'ho provato per la prima volta.
Kernel è un colore unico e non mi sorprende che persino Nabla abbia avuto difficoltà a descriverlo.
Appunto, descriverlo.
Una parte di me sa di aver perso già in partenza e sarebbe tentata di lasciarvi un esadecimale e chiudere qui la questione (su di me è un adorabile #5e2c38, per la cronaca), ma i tre anni di blogging che ho alle spalle mi impongono di fare qualcosa in più.
Provate a immaginare un rosso prugna non troppo cupo e desaturatelo. Ecco.
Inutile dire che, contenendo una componente marrone, varia molto da persona a persona. Su di me tende più al freddo e ammetto che la cosa mi crea non poche difficoltà in fatto di abbinamenti.


Kernel è un colore che mancava alla mia collezione.
Domina, sempre di Nabla, è più scuro e saturo con una componente viola piuttosto spiccata  mentre Diva di MAC è un vero e proprio rosso vino. Ai due estremi un rosso berry e un rosso mattone, categorie cui Kernel strizza l'occhio da lontano.

Quanto alla texture devo dire che l'ho trovato leggermente diverso dagli altri Diva Crime che possiedo. Il principio di fondo è lo stesso, una formula cremosa durante l'applicazione che si asciuga in un finish opaco dopo qualche minuto, ma Kernel è davvero molto morbido.
Sono convinta non si tratti solo di un'impressione perché dopo quattro applicazioni lo stick sembrava più usato di quello di rossetti che indosso pure per andare a fare la doccia (inclusi altri Diva Crime). Inoltre ho notato che impiega più tempo ad asciugarsi, cosa che, per quanto possa risultare un po' fastidiosa, facilita l'applicazione, soprattutto usando il pennello.
Non saprei, chi ha Kernel faccia un fischio! 
La durata è medio-alta. Dopo cinque ore è ancora intatto e resiste discretamente ai pasti. È sopravvissuto a una pizza scolorendosi solo al centro delle labbra e neanche in modo molto visibile. È confortevole da portare anche se chi ha le labbra facilmente irritabili come le mie potrebbe sentirle un po' secche dopo le prime ore.




UNDERGROUND
"Intenso viola-blu scuro che ricorda il colore dell'inchiostro. Un po' rock, un po' metropolitano. È strong, cattura tutta l'attenzione e riesce a rendere un look unico senza bisogno di altro."

Nabla Underground Swatch

Lo abbiamo voluto. Lo abbiamo chiesto. Lo abbiamo avuto.
Underground è il primo rossetto scuro targato Nabla ed è stupendo (con dieci punti esclamativi se potessi metterli senza infastidire Google).
È un viola pieno e molto scuro. Viola e basta. Un viola di quelli che non si trovano facilmente perché, assoluto, non vira né al magenta né al blu.
Inoltre ha al suo interno una perla finissima che diventa impercettibile una volta che lo si applica ma che è molto evidente dallo stick (dalle foto si nota, con la leggera discromia che aveva sulla punta il mio Underground sembrava una galassia). 

Ho letto qualche commento spaventato da questo colore che in realtà non è per niente difficile da portare. Il fatto che sia freddo non lo rende proibitivo per noi dal sottotono caldo e il colorito giallo, anzi, direi che rende molto di più che su altre carnagioni.
Su di me poi acquista anche una sfumatura magenta per via del colore naturale delle mie labbra e trovo non mi stia affatto male.


Direi che la comparazione parla da sé. Sia Instigator che Living Legend hanno una componente rossa che a Underground manca del tutto.
Fun Fact: Instigator deve ancora giungere nelle mie mani ma ci tenevo così tanto a confrontarlo personalmente con Underground che ho fatto lo swatch da un fortunato possessore e sono tornata a casa tenendo la manica alzata per non rovinarlo. A dicembre. Come io abbia ancora l'uso dell'avambraccio sinistro è un mistero degno del più becero complottismo.

La texture di Underground è leggermente più ferma e secca e la stesura non semplicissima.
In generale ho notato che l'effetto migliore si ottiene applicandolo direttamente dallo stick mentre con il pennello la coprenza perde omogeneità. 
Nelle immagini che vedete l'applicazione è stata fatta con il pennello ma ho dovuto lavorare il prodotto per quasi dieci minuti e controllare più volte la resa in camera perché, anche se dal vivo sembrava perfetto, in foto c'erano striature piuttosto evidenti.
La durata è comparabile a quella di Kernel, anche se, trattandosi di un colore così scuro, qualsiasi imperfezione verrà enfatizzata.

Nabla Underground Swatch
Con questa luce si nota la leggera perlescenza di Underground


I prodotti Nabla sono venduti sul sito ufficiale di Nabla Cosmetics e presso i rivenditori del marchio. Vi ricordo che fino al 22 dicembre tutti i pezzi della collezione Artika sono scontati del 15% e che le spese di spedizione sono ridotte a 1,90€ per tutti gli ordini di importo superiore ai 19€.

♣♣♣

Avrete capito che la collezione Artika mi è piaciuta davvero molto, per l'ispirazione come per i prodotti che ne sono risultati.
Prossimamente arriverà anche il post sugli ombretti, ma nel frattempo ditemi cosa ne pensate di queste nuove uscite e, soprattutto, dei nuovi rossetti.


Disclaimer:
Prodotti ricevuti a scopo valutativo dall'azienda. Non sono stata obbligata a parlarne né riceverò alcun compenso per la pubblicazione di questo post. Quanto scritto è frutto esclusivamente della mia personale esperienza.

23 comments:

  1. Ahahah! Più freddi, più freddi :-P XD
    Kernel vorrei provarlo, in effetti è parecchio mutevole, mentre Underground ti sta benissimo, è tanto viola su di te, sulle mie labbra è molto più scuro :3

    ReplyDelete
    Replies
    1. Shh! Più caldi, più caldi! XD
      Io purtroppo (o per fortuna, dipende dai casi) tendo a schiarire molto i colori scuri..
      Kernel secondo me sta bene a tutti perché è un colore che si adatta tantissimo :)

      Delete
  2. Ho acquistato anche io Urderground e l'ho notata anche io questa cosa se viene applicato col pennello.
    E? un colore impegnativo ma è troppo bello poi indossato :)

    ReplyDelete
  3. Kernel già lo amo! Su di me è un po' più rosso-marrone, un sacco affascinante e unico come colore! *_*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Un po' più simile a come me lo aspetto e lo avrei voluto, allora **

      Delete
  4. Kernel mi ispira tantissimo, ma vedendolo così diverso da persona a persona, ancora non mi sono decisa.. in teoria io dovrei evitare i colori muted, ma lui è così bello e ancora nella sfera dei plum che mi fa impazzire, che lo guardo con amore.. spero di poterlo provare in bioprofumeria e convincermi!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai avuto modo di provarlo, poi?
      Su di te lo vedo benissimo, Fran!

      Delete
  5. più freddi please. Non bisogna istigare Daniele a fare cose che già fa di base, perché costruire trucchi freddi con ombretti Nabla al momento comporta ancora dei limiti e ciò è male!

    anyway... i rossetti.
    Kernel non ho capito che colore sia XD Neanche ora che ce l'ho.
    Pure per me è morbido, ma secondo me lo sono tutti questi nuovi (tranne Rock'n nude, su cui non mi esprimo troppo perché l'ho provato solo da Eataly, gli altri li possiedo)

    Cosmic Dancer secondo me si mette tra gli scuri assieme a Domina e a Underground, quando si asciuga diventa decisamente scuretto.

    Underground... figo.
    Io prove personali con pennello non ne ho fatte ma trovo che si spostino tutti e tre applicandoli in quel modo perché me li hanno messi così (guess who did it XD ) e ha avuto difficoltà pure chi mi ha truccato...

    ReplyDelete
    Replies
    1. Scherzavo :)
      Egoismi personali a parte trovo più che giusto che Nabla ampli la sua palette di freddi. Ci sono ancora carenze importanti.

      Io con i Diva Crime invece non ho mai avuto problemi di spostamenti. Di solito però uso pennelli molto morbidi (quelli per applicare gli ombretti, per intenderci) e immagino che questo aiuti. Anzi, le formule più cremose aiutano a compattare le setole e impiego la metà del tempo a definire i bordi (cambiare pennello mi costa troppa fatica, sì XD).
      Underground mi dà qualche rogna ma solo perché trovo si presti poco a essere applicato a strati sottili :/

      Delete
    2. un teal per esempio ;_;
      ma non solo.
      anche un viola freddo vero XD

      pure lui pennelli per occhi, uno in particolare.
      Però ha avuto i problemi che ti dicevo...

      Delete
    3. Ecco, pensavo proprio a un viola freddo!

      Uff, ora voglio sapere che pennello usa lui per volerlo all'istante ç_ç

      Delete
  6. Underground ti sta divinamente!! Kernel è diverso su ogni persona, sono curiosissima di provarlo, anche rock'n nude mi ispira un sacco. Concordo con te, questa collezione ha fatto centro!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma grazie! Kernel è un enigma, assurdo come riesca a essere così mutevole.
      Rock'N'Nude ispira tantissimo anche me (ed è tutto dire!).

      Delete
    2. Ma grazie! Kernel è un enigma, assurdo come riesca a essere così mutevole.
      Rock'N'Nude ispira tantissimo anche me (ed è tutto dire!).

      Delete
  7. Kernel mi piace molto. Underground è molto bello ma troppo particolare per i miei standard, non riuscirei mai ad indossarlo sentendomi a mio agio.

    ReplyDelete
    Replies
    1. È perfettamente comprensibile :)
      Io ho sottolineato come sia un colore meno spaventoso di quel che si possa pensare solo per rassicurare chi temeva potesse essere troppo freddo per stare bene anche a incarnati caldi.
      Ovviamente una cosa è stare bene con un colore, altra è sentircisi a proprio agio (che è la cosa più importante quando si parla di make-up) :)

      Delete
  8. Uhh io quando ho letto il nome Kernel ho scritto subito al mio moroso, che è programmatore. Ha apprezzato :D
    Tra l'altro sono gli stessi due colori che ho acquistato anche io! E ho notato che effettivamente rispetto agli altri diva crime sono un po' troppo morbidi. Però per ora la durata non è stata deludente, quindi vedremo :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. High five per il moroso programmatore!

      Delete
  9. Questa collezione ha lasciato un segno nel mio cuore e non averla ancora potuta provare mi segna particolarmente! Kernel mi ispira parecchio, è una tonalità leggermente diversa dalle mie solite e mi incuriosisce molto. Underground purtroppo, nonostante sia bellissimo, non è nelle mie corde, per cui dovrò rinunciare!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sfrutterò il vantaggio di rispondere ai commenti con un mese di ritardo:

      Hai avuto modo di provare la collezione? :)

      Delete
  10. Questi rossetti sono stupendi! Volevo provarne qualcuno ma sono troppo indecisa! Sono morta dalle risate quando hai scritto che avevi Instigator sull'avambraccio e tornata a casa con la manica alzata!ahahahhahhaha

    ReplyDelete
    Replies
    1. Dipende dai gusti. Tra i quattro Kernel è quello più democratico e versatile però :)

      La storia del braccio.. thug life.

      Delete

Maquillicious · Powered by Blogger